Particolare attenzione è stata rivolta allo studio della ricetta originale romagnola e la conseguente ricerca delle migliori farine adatte alla preparazione della PIADINA.
Ci siamo quindi concentrati nella ricerca di Farine provenienti da aziende agricole a vocazione biologica ovvero prodotta rispettando precise prescrizioni.

“NO” A FARINE “00”
La farina doppio zero, diffusissima nei supermercati e comunemente usata negli impieghi casalinghi e in molte piadinerie, si ottiene attraverso la macinazione industriale del chicco di grano, che comporta l’eliminazione del germe del grano ovvero il cuore nutritivo del chicco, che contiene aminoacidi, acidi grassi, sali minerali, vitamine del gruppo B e vitamine E e della crusca, la parte più esterna, particolarmente ricca di fibre. Tutto questo porta a un impoverimento della materia prima.
Da questa macinazione si ottiene infatti una farina raffinata, che si mantiene a lungo, ma risulta terribilmente depauperata e ricchissima di amido ovvero zucchero e di proteine (glutine).